Nel Cuore SS. di Gesù, nel Cuore Immacolato di Maria, veneratissime e stimatissime Figliuole tutte della nostra piccola Congregazione.
Vi avevo promesso per quest’anno una lettera circolare sui nostri doveri verso Dio, il prossimo e noi stessi, ma ora mi sento spinto a rimandare ad altro tempo questo argomento per parlarvi invece della Madonna perché mai come in questi giorni, meditando su di Lei, pregandola con più fiducia dall’abisso di sangue e di lacrime in cui ci troviamo, ho creduto di capire che le parole del grande Papa Leone XIII¹, dopo che al Cuore SS. di Gesù, si possono, ai nostri tempi applicare assai bene anche al Cuore Immacolato della Santissima Vergine Maria, Madre di Gesù e Madre nostra:  
“In lui sono da collocare tutte le speranze; da lui dobbiamo implorare e attendere la salvezza”.
Sì. Noi, figli prediletti del Cuore di Gesù, abbiamo speranza in Lui, vogliamo la salvezza da Lui e l’attendiamo da Lui, ma dopo che in Lui, poniamo le nostre speranze di vicini conforti, di luce, di vita, nel Cuore Immacolato della Madonna e a Lei domandiamo, da Lei aspettiamo virtù, fortezze, vittoria.

¹ LEONE XIII Enciclica sulla consacrazione dell’umanità al Sacro Cuore di Gesù Annum sacrum (25 maggio 1899): Enchiridion delle Encicliche 3 (1878-1903) EDB Bologna 1997, 1124-1141: “Quando la chiesa nascente si trovava oppressa del giogo dei Cesari, a un giovane imperatore apparve in cielo una croce auspice e nello stesso tempo autrice della splendida vittoria che immediatamente seguì. Ecco che oggi si offre ai nostri sguardi un altro divinissimo e augurale segno: il Cuore sacratissimo di Gesù, sormontato dalla croce e splendente, tra le fiamme, di vivissima luce. In
lui sono da collocare tutte le nostre speranze; da lui dobbiamo implorare e attendere la salvezza”.
Giovanni Paolo II, Conclusione dell’Atto di affidamento e di consacrazione alla Vergine di Fatima, 13 maggio 1982: “ […] Accogli, o Madre di Cristo, questo grido carico della sofferenza di tutti gli uomini! Carico della sofferenza di intere società! Si riveli, ancora una volta, nella storia del mondo, l’infinita potenza dell’Amore misericordioso! Che esso fermi il male! Trasformi le coscienze! Nel Tuo Cuore Immacolato si sveli per tutti la luce della Speranza!”.